Vaccino in vacanza: ecco la scelta delle Regioni

Vaccino in vacanza: nel giorno delle 600mila somministrazioni l'Italia affronta in ordine sparso la questione del richiamo a luglio e agosto. Per evitare rinunce alla seconda dose le Regioni hanno offerto un ampio ventaglio di possibilità: dai rallentamenti in Veneto, alla scelta tecnologica della Campania, alla flessibilità di molte altre regioni. L'importante sarà non fallire l'immunizzazione del Paese entro l'autunno.

5' di lettura

Vaccino in vacanza. Ieri l’Italia ha sfondato il muro delle 600mila vaccinazione in un giorno, ma l’argomento di discussione resta il vaccino in vacanza. Ovvero: tra luglio e agosto, quando milioni di italiani affolleranno le località turistiche, dove e come possono fare il richiamo del vaccino?

I presidenti delle Regioni stanno offrendo un ventaglio di possibilità. O meglio – come al solito in questa pandemia – si apprestano a procedere in ordine sparso. Ogni governatore con la sua proposta, più o meno valida. Mentre il commissario straordinario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, continua a spingere su maggiori criteri di flessibilità per assicurare a tutti la seconda dose.

Vaccino in vacanza, flessibilità di 14 giorni

Seconda dose che è importante per completare la vaccinazione e che non può essere rinviata oltre un certo periodo. La flessibilità, appunto, per quasi tutti i vaccini è di 14 giorni. Come dire se il richiamo vi tocca il 14 agosto il massimo possibile per rinviare il richiamo è il 28.

Ma la discussione vaccino in vacanza va avanti. L’obiettivo è che non rallenti la campagna vaccinale e che soprattutto molti italiani non scelgano le ferie (meritate dopo un periodo così difficile) alla immunizzazione dal covid.

Accelerare per prevenire la variante indiana

Sarebbe un problema. E soprattutto salterebbe l’obiettivo di rendere immune dal covid il Paese prima dell’autunno. Prima cioè, della ripresa a pieno regime di tutte le attività. Scuola compresa. E prima che si diffonda anche in Italia la variante indiana del covid, temuta perché più trasmissibile e più resistente al vaccino.

In Gran Bretagna la mutazione indiana (oggi rinominata variante Delta), sta suscitando una certa preoccupazione. Al punto che la prevista e attesa riapertura del 21 giugno potrebbe slittare. E nel Regno Unito la vaccinazione è più avanti rispetto all’Italia.

Anche per questo è necessario nel nostro Paese accelerare il più possibile.

Anche per questo non possiamo permetterci una pausa estiva e neppure un bel po’ di persone che hanno ricevuto una sola dose di vaccino e rinunciato al richiamo.

Le proposte diversificate delle regioni per il vaccino in vacanza, dicevamo.

La soluzione veneta per il vaccino in vacanza: rallentare

La strategia adottata dal governatore del Veneto, Luca Zaia, è il “rallentamento strategico” nei giorni caldi dell’estate. In particolare le due settimane centrali di agosto.

Cosa significa? In quei giorni il Veneto ha deciso di ridurre il numero delle somministrazioni per non costringere i cittadini a un rientro forzato dalla ferie (o a una eventuale rinuncia). Chi salta il turno sarà vaccinato per il richiamo appena rientra.

Vi sembra una buona soluzione? Ha una sua logica. Ma prevede un rallentamento delle vaccinazioni proprio nel periodo in cui si dovrebbe provare ad accelerare per farsi trovare pronti alla ripresa definitiva di autunno.

Vaccino in vacanza: Campania tecnologica

Ma, come detto, le strategie per il vaccino in vacanza sono diverse.

La Campania si affida alla tecnologia. L’App Sinfonia è una sorta di agenda regionale per gli appuntamenti con la somministrazione del vaccino.

È già scaricatissima: 800mila utenti e 3 milioni di attestati di vaccinazione visualizzati. Ha anche una nuova funzione, consente ai più giovani di prenotarsi per gli Open Day.

Si sta lavorando per rendere utile e-Covid Sinfonia a chi vorrebbe spostare il suo richiamo in vista delle vacanze. Ma c’è ancora qualche problema di organizzazione.

Lombardia e Calabria: prenotazioni telefoniche per il richiamo

Lombardia e Calabria hanno invece scelto una via più semplice e diretta. Forse anche più in linea con le direttive suggerita dal commissario Figliuolo.

Il vaccino in vacanza non sarà possibile, ma tutti i cittadini che hanno l’esigenza di spostare il richiamo perché coincide con il periodo di villeggiatura, potranno farlo in modo semplice, chiamando il call center. Ma solo a partire dalla fine di giugno, inizi di luglio.

Al momento anche in Trentino basta chiamare per spostare la data del richiamo. Ma non si tratta del vaccino in vacanza. La possibilità è per ora possibile solo per chi chiede il rinvio per motivi di salute.

La scelta Piemontese

In Piemonte la scelta forse più pragmatica per il vaccino in vacanza. Subito dopo la prima dose si concorda con i cittadini la data del richiamo se ricade in pieno periodo estivo. Una pianificazione con gli stessi utenti.

Del resto la flessibilità, quella invocata dal commissario, è possibile, anche perché il tempo del richiamo dei singoli vaccini è piuttosto estese.

Vediamo di quanti giorni:

  • Pfizer e Moderna: richiamo entro 42 giorni
  • Astrazeneca: entro 42 settimane.

Vaccino in vacanza: nel nome della flessibilità

Anche Emilia Romagna e Puglia stanno seguendo la strada piemontese. Quello che non si può fare è consentire ai cittadini di cambiare la data uno, due giorni prima del richiamo. Perché questo non potrebbe garantire una adeguata organizzazione delle somministrazioni.

La richiesta al cittadino di segnalare il periodo per inoculare la seconda dose è la strada che al momento è stata adottata anche da Lazio, Marche, Umbria, Valle d’Aosta e Sicilia.

Non è proprio il vaccino in vacanza, ma è un modo di salvare la villeggiatura e anche la seconda dose.

Per seguire le news e i video di TheWam usa questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie