Vaccino Johnson e Johnson e trombosi: a chi è consigliato

Vaccino Johnson e Johnson e trombosi: quali sono i rischi e i sintomi e qual è la differenza con oil vaccino AstraZeneca? Perché sul prodotto anglosvedese il governo è intervenuto in modo più deciso mentre su quello monodose siamo ancora nella fase dei consigli? La risposta è nei numeri,. Vediamoli insieme.

5' di lettura

Vaccino Johnson e Johnson e trombosi. Se AstraZeneca viene somministrato solo a chi ha più di 60 anni per le segnalazioni di trombosi rare che sono sopravvenute dopo la prima dose del vaccino, cosa si dice del prodotto Johnson e Johnson realizzato con una logica simile, ossia il vettore virale contro il Covid?

E anche, come funziona il vaccino monodose? Quali sono i rischi connessi al suo utilizzo? Quali sono le decisioni che ha adottato l’Ema, l’Aifa o il governo italiano?

Del vaccino Johnson e Johnson si parla nella circolare del ministro della Salute, Roberto Speranza, che regola la somministrazione di AstraZeneca.

La circolare del ministro su Johnson e Johnson

In quella circolare si fa riferimento al vaccino Johnson e Johnson e trombosi, e si confermano le indicazioni che già erano state prescritte e come al solito si distinguono per vaghezza.

Il vaccino Johnson e Johnson deve essere riservato in via preferenziale e a «livello di raccomandazione» ai maggiori di 60 anni.

Nella circolare si legge: «Pur tenendo conto delle analogie esistenti tra il vaccino Vaxzevria (AstraZeneca) e il vaccino Janssen (Johnson & Johnson), per quanto riguarda sia le piattaforme che la tipologia di eventi tromboembolici riportati nella letteratura, lo stato attuale delle conoscenze (che fanno propendere per un rischio associato all’adenovirus), il numero di poco superiore al milione di dosi a oggi somministrate nel Paese».

«E la rarità – continua la circolare -, anche in ambito Europeo, delle segnalazioni di VITT (le trombosi associate a trombocitopenia) a oggi disponibili, non permettono di trarre valutazioni conclusive rispetto al rapporto beneficio/rischio relativo al vaccino Janssen, connotato dal vantaggio della singola somministrazione, peculiarità che può risultare di particolare beneficio in determinate categorie di popolazione».

Come al solito: consigli, raccomandazioni, dati non disponibili, valutazioni impossibili.

Non sarebbe meglio dire: si somministra solo agli ultra 60enni. E stop. Così, tanto per evitare il solito fiume di polemiche, distinguo e l’inevitabile sconcerto dei cittadini.

Vaccino Johnson e Johnson e trombosi: l’adenovirus

Eppure, nella circolare del ministro, si fa riferimento a casi di trombosi associata a trombocitopenia (come per AstraZeneca). E gli esperti ritengono sia possibile «un rischio associato all’adenovirus».

Ossia il virus depotenziato usato (da Johnson e Johnson e AstraZeneca) per portare all’interno delle nostre cellule il Dna che poi serve a produrre la proteina spike, quella che stimola la risposta immunitaria al covid.

È proprio in questo processo che, in rari casi, si innescano i coaguli di sangue. Ed è un processo che non viene invece attivato dai vaccini con mRna messaggero, Pfizer e Moderna.

La differenza tra AstraZeneca e vaccino Johnson e Johnson

Ma quindi qual è la differenza tra AstraZeneca e Johonson e Johnson?

Ossia: perché il rapporto tra vaccino Johnson e Johnson e trombosi non causa una scelta più decisa

del governo ma solo una raccomandazione?

La differenza è tutta nei numeri. L’incidenza tra vaccino Johnson e Johnson e trombosi più bassa rispetto a quella di AstraZeneca.

I casi di trombosi in Italia con Johnson e Johnson

In Italia sono stati somministrati 1.143.6209 vaccini Johnson e Johnson e non ci sono stati casi di trombosi VTT. Nessun allarme, nessun pericolo. Fino a ora. Ma comunque con numeri che iniziano a essere già importanti.

I casi in Europa e negli Stati Uniti

Come è invece la situazione in Europa?

Sono stati segnalati nel continente 6 possibili casi di trombosi del seno venoso cerebrale su oltre 7 milioni di somministrazioni.

Questo è dunque il rapporto con AstraZeneca:

  • AstraZeneca, casi di trombosi: 3,6 ogni milione di vaccinazioni
  • Johnson e Johnson, casi di trombosi: 0.9 ogni milione di vaccinazioni.

Ecco i dati sul vaccino Johnson e Johnson e trombosi negli Stati Uniti, dove al 30 aprile erano state somministrate 7,98 milioni di dosi e si sono contati 17 casi di VITT.

I sintomi che precedono la trombosi dopo il vaccino

Le autorità sanitarie Usa hanno dato questi consigli (dopo aver dato il via libera all’uso del vaccino): controllare nelle 3 settimane successive alla vaccinazione questi effetti collaterali considerati anomali:

  • forti e persistenti mal di testa
  • vista annebbiata
  • dolore al petto e all’addome
  • difficoltà respiratoria
  • gonfiore alle gambe
  • tendenza a sviluppare ferite o a sanguinare, in particolare vicino a dove è stata fatta l’iniezione.

In Usa il vaccino è stato sconsigliato alle donne tra i 18 e i 49 anni.

I sintomi tra 5 a 42 giorni dopo il vaccino

La trombosi per chi ha avuto il vaccino Johnson e Johnson può verificarsi tra i 5 e i 42 giorni dopo la vaccinazione. La netta maggioranza delle persone che hanno avuto questa reazione sono donne al di sotto dei 60 anni.

Ci sono comunque dei protocolli per consentire un intervento immediato nel caso si verifichi l’insorgere di questa rara patologia.

I dati della rara patologia

Bisogna anche specificare, per completezza di informazione, che i casi di trombosi venosa cerebrale, a prescindere da covid e vaccinazione, sono in genere 2,4 per milione nella popolazione generale. In linea o anche di più rispetto a quelli segnalati dopo l’assunzione del vaccino Johnson e Johnson.

Per tutte le news e i video su TheWam usa questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie