Vaccino Pfizer, un milione di dosi: esercito in campo

Arriva oggi un carico da un milione di dosi di vaccino Pfizer che potrebbe velocizzare l'immunizzazione di ultra 80enne i cittadini fragili. In frigo più di un milione di dosi di AstraZeneca, sarà somministrato agli under 65. Al lavoro per vaccinare anche militari e protezione civile.

3' di lettura

Il commissario per l’emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo, ha annunciato l’arrivo imminente di un milione di dosi di vaccino Pfizer. Non sono poche, o per essere più precisi: sono meglio di niente, ma non sono sufficienti a garantire un vero decollo della campagna vaccinale in Italia. Quell’obiettivo da mezzo milione di vaccinazioni al giorno evocato a più riprese dal generale e che dovrebbe essere la cifra che ci consentirebbe di uscire dalla pandemia prima della fine di questa estate.

Qui trocvi tutte le notizie su covid, vaccini e ordinanze

Un milione di nuove dosi in arrivo non sono poche, ma rispetto a quante avrebbero dovuto essere consegnate in Italia entro marzo ne mancano 1.7 milioni. Una riduzione di vaccini che potrebbe mettere a rischio la somministrazione delle seconde dosi entro i 21 giorni previsti per Pfizer e Moderna.

Vaccinazione, stiamo risolvendo le criticità

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, continua a essere ottimista, e forse non può fare altrimenti. «La campagna vaccinale parte, si stanno risolvendo le criticità», ha fatto filtrare ieri dopo la riunione con il commissario straordinario, il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio e la ministra degli Affari Regioni, Mariastella Gelmini.

Le Regioni avranno un sostegno concreto, soprattutto quelle che sono in ritardo con la somministrazione dei vaccini. Saranno utilizzate unità operative dell’Esercito e della Protezione civile.

Il milione di dosi di vaccino in arrivo verrà distribuito nelle 214 strutture sanitarie interessate.

L’azzardo del commissario straordinario

In questo momento il 18% delle fiale consegnate è nei frigoriferi. Ma una buona parte sono di vaccino AstraZeneca, quello riservato alle categorie che dovranno venire dopo. Per completare la fascia degli ultra 80enni serve invece Pfizer o Moderna. Nei frigo ne sono rimaste 300mila dosi, il 5% delle 6.6 milioni consegnate. Fino a qualche settimana fa le Regioni avevano l’obbligo di conservarne almeno il 30%, per evitare ritardi nella somministrazione della seconda dose. Il commissario straordinario ha eliminato il vincolo: fate presto, fatele tutte.

Quasi un azzardo, che si è risolto bene: se non arrivava il milione di vaccini Pfizer sarebbero stati guai.

Ma l’impressione è che questa campagna vaccinale non può essere portata avanti senza qualche azzardo. In Gran Bretagna hanno scommesso sulla prima dose di AstraZeneca a tutti, per la seconda si vedrà: per ora i risultati stanno dando ragione a questa strategia. Nel Regno Unito sono passati da 60mila contagi e diverse centinaia di morti al giorno, a 5mila contagi e poche decine di decessi.

In frigo un milione di dosi di AstraZeneca

Le dosi di vaccino AstraZeneca consegnate sono quasi due milioni e mezzo. Più della metà non è stata utilizzata. Il vaccino non può essere somministrato agli over 65. Lo stop di quattro giorni ha fatto il resto. Ma questo, oltre al milione di dosi Pfizer consegnate oggi, può dare un impulso (breve, al momento), a una campagna vaccinale che sta registrando molti inciampi, spesso per situazioni esterne (le promesse non mantenute delle case farmaceutiche).

La buona notizia è che i vaccini funzionano: riducono quasi a zero il contagio nelle categorie che sono state immunizzate, anche quelle più a rischio, come gli ospiti delle Rsa, che hanno pagato un tributo di morti elevatissimo soprattutto durante la prima ondata di contagi.

Un dato che ha convinto il commissario straordinario e il governo a spingere con forza sull’accelerazione delle somministrazioni. Non c’è altra strada per uscire dalla pandemia.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie