Vaccino Pfizer in partenza per l’Italia. Non modifica il Dna

La prime dosi del vaccino Pfizer sono in partenza dallo stabilimento belga in direzione Italia, arriveranno il 26 e il 27 dicembre inizieranno le prime vaccinazioni. Questa mattina la presentazione. Il vaccino Pfizer è efficace al 95% non sarà somministrato a chi ha meno di 16 anni.

Vaccino Pfizer in partenza per l'Italia. Non modifica il Dna
La prime dosi del vaccino Pfizer sono in partenza dallo stabilimento belga in direzione Italia, arriveranno il 26 e il 27 dicembre inizieranno le prime vaccinazioni.
4' di lettura

Sono in partenza dal Belgio i tir della Pfizer che consegneranno i primi vaccini in Italia. Arriveranno allo Spallanzani di Roma mentre è ormai pronta la complessa macchina organizzativa che nel corso di quasi tutto il prossimo anno dovrà somministrare i vaccini all’intera popolazione, o meglio, a quanti decideranno di farlo.

Il vaccino Pfizer non modifica il Dna

La Pfizer nel frattempo smentisce con decisione una delle tante voci che alimentano dubbi sulla opportunità di vaccinarsi, ovvero: il vaccino non modifica il Dna, come si è letto in questi giorni, soprattutto sui social.

«L’Rna messaggero – ha spiegato Valentina Marino, direttore medico di Pfizer Italia – per sua natura non è capace di integrarsi con il Dna umano, e non entra neanche in contatto con il Dna. Entra nella cellula, trasmette il messaggio e poi scompare».

Si parte con la distribuzione

Ma, come detto, si parte con la distribuzione. «Abbiamo lavorato nei mesi scorsi in collaborazione con tutte le autorità – ha dichiarato Pavi Kerkola, Country Manager di Pfizer in Italia in una conferenza stampa – per rilasciare il vaccino a tutte le regioni. Tutto é pronto per la distribuzione».

Le prime 9500 dosi simboliche per l’Italia arriveranno il 26 dicembre.

«La ricerca di un vaccino durante una pandemia ha richiesto uno sforzo enorme di collaborazione con tutti, compresi regolatori e policy makers – ha aggiunt Kerkola -. Il successo è stato possibile anche grazie alla collaborazione di tutti gli attori in gioco».

Vaccino Pfizer efficace al 95%

«Il vaccino Pfizer – ha continuato Valentina Marino – ha mostrato un’efficacia del 95%, si tratta di un risultato altissimo perché il 100% dell’efficacia non si raggiunge mai e per nessun farmaco».

«Il campione arruolato va dai 12 agli 85 anni – ha aggiunto – sebbene l’approvazione è dai 16 anni in su, questo perché nella fascia adolescenziale andranno condotti ulteriori studi. Gli effetti collaterali emersi sono abbastanza comuni vanno dal 2 al 4% e si tratta di senso di spossatezza, mal di testa, dolori muscolari. Ci sono stati solo 10 casi gravi dopo la prima somministrazione e non sono stati osservati casi di reinfezione dopo la vaccinazione».

Le prime 9.750 dosi del vaccino Pfizer

Le prime 9.750 dosi di vaccino Pfizer arriveranno dunque in Italia il 26 dicembre, in vista del ‘Vaccination Day’ europeo che è stato fissato per il 27 dicembre.

«Gli studi – ha aggiunto Marino – sono iniziati lo scorso 27 luglio e, su oltre 44mila volontari, 43mila hanno già eseguito la seconda dose»

Controlli rigorosi

«In questa pandemia – ha continuato Pavi Kerkola -, la nostra abilità nello spedire direttamente dalle nostre strutture a più punti di utilizzo riduce le sfide logistiche e consente una supervisione e un controllo completi e rigorosi. I camion sono in partenza dal sito produttivo di Puurs in Belgio e arriveranno al punto di utilizzo dello Spallanzani di Roma. Tutto è pronto per la distribuzione».

La rete di produzione di Pfizer, che comprende oltre 40 stabilimenti in tutto il mondo, è stata abilitata a preparare il vaccino in tre importanti strutture di produzione degli Stati Uniti (Saint Louis, Missouri, Andover, Massachusetts; Kalamazoo, Michigan) e Puurs, Belgio, oltre ai siti BionTech in Germania.

La distribuzione mondiale del vaccino Pfizer

Pfizer è impegnata «a produrre e distribuire rapidamente – ha aggiunto Kerkola – le quantità di vaccino previste, ovvero 50 milioni di dosi entro il 2020 e 1.3 miliardi di dosi entro il 2021 in tutto il mondo, di cui 200 milioni destinati all’Europa e quasi 27 milioni all’Italia, come da piano strategico presentato al Parlamento dal ministro della Salute».

«In questi mesi – ha continuato – abbiamo tutti capito che la salute non è un bene acquisito per sempre, ma che va difeso e tutelato ogni giorno.Tutti speriamo che questa pandemia finisca il prima possibile. Speriamo che ci saranno presto più vaccini disponibili. Riconosciamo che nessuna singola azienda avrà tutte le risposte e che siamo in una corsa, non l’una contro l’altra, ma contro il virus e il tempo».

«L’esperienza che oggi stiamo vivendo – ha concluso – è un momento incredibile non solo per Pfizer e BioNtech, ma anche per la scienza e per la società. Siamo grati di avere avuto l’occasione di far parte di questa incredibile storia e di aver potuto portare la speranza nel mondo».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie