Vaccino, quando tocca a me? Ecco il calcolo più attendibile

Sono diversi gli algoritmi in rete che provano a calcolare la data di quando riceverai il vaccino, quello che vi proponiamo è il più attendibile e costantemente aggiornato. Bisogna rispondere ad alcuni parametri. Lo abbiamo provato per un 50enne campano senza patologie particolari e questo è il risultato. Prova anche tu.

5' di lettura

Sapere quando si sarà vaccinati, soprattutto se non si rientra in qualche categoria protetta, sembra un esercizio difficile, al limite della chiaroveggenza. In rete sono comparsi diversi algoritmi che “predicono” il giorno o il periodo della tua immunizzazione. Alcuni sono palesemente imprecisi, non considerano troppe varianti. Altri, come quello che ti presentiamo oggi, hanno un grado di attendibilità molto più elevato, anche perché i criteri di previsione vengono aggiornati costantemente con le nuove disposizioni del governo e la disponibilità di dosi di vaccino.

I parametri da inserire

Nell’algoritmo che ti proponiamo oggi bisogna inserire diversi parametri (ed è anche questo a renderlo più efficace di altri esperimenti già tentati).

Quali sono questi parametri?

Eccoli: prima di tutto la Regione di residenza. Basta aprire il menù a tendina e cliccare sulla regione dove si è o residenti o domiciliati.

Il secondo parametro riguardale categorie che dovranno ricevere prima la somministrazione del vaccino.

Sono queste:

  • sanitari;
  • Rsa (residenze socio-assistenziali);
  • personale scolastico o universitario;
  • forze armate;
  • penitenziari;
  • luoghi di comunità civili o religiosi;
  • altri servizi essenziali;
  • nessuno dei precedenti.

In quest’ultimo caso non dovrai specificare se si fai parte di un determinato gruppo, quale professione svolgi o se sei disoccupato. Basterà scegliere una delle opzioni elencate.

Fascia estremamente vulnerabili

Il terzo parametro riguarda una eventuale fragilità di salute, che – come saprete – è un altro indicatore per essere inseriti in una categoria prioritaria. Le patologie sono queste, se ne soffri hai diritti ad avere una precedenza per la vaccinazione contro il coronavirus.

Qui trovi tutte le notizie sul covid, i decreti, i dpcm, le ordinanze e i vaccini

La prima categoria, lo ricordiamo, è per i cittadini italiani estremamente vulnerabili. E quindi quelli che rispetto alle malattie in elenco sono particolarmente fragili.

  • malattie respiratorie;
  • malattie cardiocircolatorie;
  • condizioni neurologiche e disabilità;
  • diabete oppure altre endocrinopatie severe;
  • fibrosi cistica;
  • insufficienza renale oppure patologia renale;
  • malattie autoimmuni – immunodeficienze primitive;
  • malattia epatica;
  • malattie cerebrovascolari;
  • patologia oncologica ed emoglobinopatie;
  • sindrome di Down;
  • trapianto di organo solido;
  • grave obesità.

Fascia vulnerabili

C’è una seconda fascia, raccoglie altre patologie (o anche le stesse), ma è dedicata alle persone che sono vulnerabili (non in modo estremo) al contagio da coronavirus, quindi in modo meno grave rispetto a quella precedente. Per sapere se la tua patologia, facciamo un esempio, cardiaca o all’apparato respiratorio, rientra nella prima o nella seconda di queste fasce sarebbe opportuno chiedere al vostro medico di base. Dovrebbe essere stato informato in questi giorni. Di certo sappiamo che la scorsa settimana molti medici di famiglia non erano ancora stati messi al corrente sulle esigenze del nuovo piano vaccinale. Ma la situazione dovrebbe essere cambiata, il piano è stato presentato ufficialmente venerdì 12 marzo.

  • malattie respiratorie;
  • malattie cardiocircolatorie;
  • condizioni neurologiche e disabilità;
  • diabete oppure altre endocrinopatie;
  • HIV;
  • insufficienza renale oppure patologia renale;
  • ipertensione arteriosa;
  • malattie autoimmuni oppure immunodeficienze primitive;
  • malattia epatica;
  • malattie cerebrovascolari;
  • patologia oncologica.

Se non si rientra nella categoria degli «estremamente vulnerabili» o dei «vulnerabili», bisogna cliccare su «No», naturalmente dopo aver inserito l’età.

Qui trovi notizie interessanti su salute e benessere

Dopo aver concluso queste operazioni (i tuoi dati non verranno salvati a tutela della privacy, ma in realtà non hai inserito nome, cognome e indirizzo), si può calcolare il giorno nel quale molto probabilmente sarai vaccinato.

Quando mi vaccino: ecco una prova

Abbiamo fatto una prova.

Abbiamo chiesto quando dovrà vaccinarsi un 50enne residente in Campania che non ha patologie e non rientra in nessuna delle categoria prioritarie. Beh, prima del nostro 50enne ci sono 25.853.859 persone. Un bel po’. Con la situazione attuale un 45-54enne dovrebbe essere vaccinato entro luglio.

Prima di lui, entro aprile saranno (in parte già sono state) vaccinate queste persone:

  • Sanitari: 1.404.000 (gennaio -aprile)
  • Rsa: 570.000 (gennaio -aprile)
  • Personale scolastico e universitario: 1.285.000
  • Forze armate: 552.000 (gennaio -aprile)
  • Penitenziari: 98.000 (gennaio -aprile)
  • Luoghi di comunità (civili e religiose): 200.000 (gennaio -aprile)
  • Altri servizi essenziali: 2.167.000 (gennaio -aprile)
  • Over 80: 4.442.000 (febbraio – maggio)
  • Estremamente vulnerabili: 2.084.000 (marzo – maggio)
  • 75-79 anni: 2.644.000 (marzo – maggio)
  • 70-74 anni: 3.324.000 (marzo – maggio)
  • Vulnerabili 66-69: 1.265.000 (marzo – maggio)
  • 66-69: 1.677.000 (marzo – maggio)
  • 60-65: 2.050.000 (marzo – maggio)
  • Vulnerabili under 65: 4.550.000 (marzo – maggio)
  • 55-59: 2.097.000 (giugno – luglio)
  • 45-54: 4.906.000 (luglio – luglio)

Gli ultimi, secondo questa previsione, a ricevere le dosi di vaccino, saranno i giovani tra i 16 e i 24 anni, dovrebbero aspettare fino ad agosto, settembre.

Il calcolo di queste vaccinazioni – si legge in fondo al test pubblicato sulla pagina di SkyTg24 (è stato realizzato con la collaborazione di Quorum/YouTrend) è fondato esclusivamente sui dati delle somministrazioni effettuate fino a oggi per categoria e non tiene conto delle variabili regionali e le dosi di vaccino consegnate. Quando il piano vaccinale diventerà operativo a pieno regime l’algoritmo, con l’immissione di nuovi dati, sarà evidentemente molto più attendibile. A questo punto dell’opera la previsione non potrà che essere molto incerta.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie