Variante Delta, quattro regioni sono a rischio fascia gialla

Variante Delta, quattro regioni sono a rischio fascia gialla dopo gli ultimi aumenti dei contagi, si tratta di Sicilia, Campania, Abruzzo e Marche. In un documento riservato si prevedono 10.000 contagi al giorno entro la fine dell'estate. Necessario accelerare la campagna vaccinale, in particolare per gli under 50.

5' di lettura

La variante Delta sta facendo lievitare di nuovo i contagi in Italia. I segnali suscitano una certa preoccupazione perché la traiettoria dell’onda è molto simile a quella registrata in altri Paesi Europei. In un documento riservato l’Istituto Superiore della Sanità prevede che entro agosto saremo di nuovo a 10.000 positivi al giorno.

La zona bianca è ad alto rischio. In 4 regioni il ritorno alla zona gialla potrebbe essere più vicino, soprattutto se l’incremento dei casi continua con queste percentuali.

La zona bianca si trasforma in gialla appena l’incidenza dei contagi supera la soglia dei 50 casi ogni 100.000 abitanti.

Variante Delta, le Regioni a rischio giallo

A rischio giallo in agosto ci sono la Sicilia (incidenza 21), la Campania (19), l’Abruzzo (16,6) e le Marche (15,3).

Le Regioni vorrebbero evitare il ritorno alla fascia gialla. Il passaggio causerebbe poche ma importanti variazioni, a partire dal ritorno del coprifuoco (alle 24). Saranno ripristinate le restrizioni per i ristoranti (massimo 4 persone per tavolo) e l’obbligo della mascherina all’aperto.

I governatori hanno proposto di non valutare l’indice del contagio per il passaggio di fascia, ma la situazione negli ospedali. Cioè usare quel termometro per capire se è necessario passare in una zona più alta di rischio.

Per ora, in un documento del ministero della Salute, si parla, a proposito dell’allerta internazionale variante Delta, di rinforzare il tracciamento, applicare la quarantena in caso di sospetta variante e sequenziare i campioni, «per garantire strategia vaccinale che tengano conto della possibile minore protezione contro le infezioni da variante Delta dopo una sola dose».

Variante Delta: evitare gli errori della scorsa estate

La Cabina di Regia sta analizzando la situazione: l’obiettivo è quello di evitare gli errori commessi la scorsa estate. Ci sarà un freno agli allentamenti, mentre si torna a spingere forte sulla vaccinazione, in particolare per gli under 50.

La variante Delta ha fatto schizzare i contagi non solo in Gran Bretagna (stabilmente sopra i 30.000 nuovi positivi al giorno), ma anche nelle isole spagnole (piene di turisti), in Portogallo e in Francia. Ma aumenti costanti sono segnalati ovunque (in Russia si conta il record di casi e di decessi).

Non basterà comunque solo dare una ulteriore accelerata alla vaccinazione, serve anche aumentare il numero dei tamponi (molecolari) e il tracciamento dei casi. Si punta a scongiurare l’arrivo della quarta ondata, che di questo passo dovrebbe raggiungere il picco alla fine dell’estate.

Variante Delta: troppo pochi gli under 50 vaccinati

Dunque, contro la variante Delta, la prima arma sono le vaccinazioni. Ma com’è la situazione in Italia.

I numeri sono buoni, ma non buonissimi. Il totale degli italiani over 12 immunizzati è al 43%.

Ma siamo molto indietro tra gli under 50:

  • nella fascia tra i 40 e i 49 anni i totalmente vaccinati sono il 31,31%;
  • nella fascia tra 30 e 39 anni i totalmente vaccinati sono il 21,57%;
  • nella fascia tra 20 e 29 anni i totalmente vaccinati sono il 18,49%;
  • nella fascia tra 12 e 19 anni i totalmente vaccinati sono il 5,79%

Una percentuale rassicurante di vaccinati si registra tra gli over 70. Va meno bene al di sotto:

  • nella fascia tra 50 e 59 anni i completamente vaccinati sono il 52,51%;
  • nella fascia tra i 60 e i 69 anni i completamente vaccinati sono il 58,22%.

Variante Delta: accelerare con le vaccinazioni

Non sono i numeri della sicurezza. Anzi, siamo ancora lontani. La variante Delta che è molto più contagiosa della mutazione precedente, potrebbe imporre una soglia di sicurezza più prossima al 90% che all’80.

La campagna vaccinale sta continuando al ritmo di 500.000 inoculazione al giorno. Dovrebbe essere aumentata. Ma non sono pochi gli italiani che hanno deciso di rinunciare al vaccino, e che quindi se non l’hanno ancora fatto è perché non hanno nessuna intenzione di farlo. O hanno preferito andare in vacanza.

Una situazione che non si registra solo in Italia.

Negli ospedali la situazione è sotto controllo

Negli ospedali l’occupazione dei posti letto è nelle media stagionale mentre le terapie intensive si sono quasi svuotate da pazienti covid. Sono tutti segnali positivi, che però fanno da contraltare alla costante risalita dei contagi.

Variante Delta: cala l’età media dei contagiati

Il report settimanale dell’Iss ha segnalato che l’età media dei contagiati è scesa in modo vertiginoso, ora la media è sui 35, 36 anni. Un po’ come lo scorso anno.

La preoccupazione del governo è stata alimentata anche da uno studio riservato. A fine luglio si prevede in Italia una media di 3.000 contagi al giorno. A fine agosto quella cifra potrebbe essere tra 8 e 11.000.

Questa analisi è una delle ragioni che impone al governo di non eliminare l’obbligo della mascherina all’interno.

Ma bisogna riprendere a fare tamponi. Per un tracciamento efficace sono necessari 300.000 test al giorno, ma da giugno non superiamo la linea degli 80.000. Quasi un quarto. Troppo poco.

Il rischio maggiore al momento riguarda i giovani, in particolare la fascia tra 12 e 24 anni (dove pochi sono i vaccinati) e gli under 12, che non possono avere il vaccino.

Molti di questi casi sono asintomatici o in forma lieve. Da una parte è un bene, ovvio, ma dall’altra rappresenta un problema: si può trasmettere con più facilità il virus in famiglia.

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie