Variante inglese, scoperto un altro caso in Italia

Variante inglese: un altro caso è stato scoperto in Italia, questa volta in provincia di Vercelli mentre un altro contagiato sospetto si sta valutando a Cuneo. Il primo caso è quello di una ragazza che era tornata il 20 dicembre dall'Inghilterra. «Siamo molto preoccupati dalla variante inglese – ha dichiarato il professor Ricciardi – non sappiamo quanto stia circolando in Italia».

2' di lettura

Un altro caso di variante inglese è stato scoperto in Italia, questa volta in provincia di Vercelli. Si tratta di una ragazza rientrata dall’Inghilterra il 20 dicembre scorso. Un altro caso, questa volta in provincia di Cuneo, sempre in Piemonte, è in via di conferma.

Nel dicembre scorso, quando era stato lanciato il primo allarme per la diffusione della variante inglese del coronavirus in Italia, l’assessore alla Ricerca applicata Covid del Piemonte, Matteo Marnati, ha chiesto in una nota all’Istituto Superiore della Sanità, che si accertasse una eventuale criticità con le strutture regionali.

«Dalla valutazione dei reagenti che vengono utilizzati dai nostri laboratori pubblici e accreditati – ha dichiarato Marnati – si era verificato che l’eventuale variante inglese era coperta in quanto i reagenti utilizzati e test acquistati da Dirmei e dalle Asl piemontesi, prevedono la ricerca di più geni».

Si possono intercettare tutte le varianti

«E il fatto di aver identificato il primo caso di variante inglese del Covid – continua l’assessore – è la dimostrazione che attraverso i nostri test siamo in grado di intercettare tutte le varianti e, visto che il singolo caso non ha dato luogo a focolai, possiamo affermare che l’attività di prevenzione ha ben funzionato permettendo l’immediata identificazione del paziente. Ringrazio per l’efficienza il direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico che, nei prossimi giorni, attuerà un continuo monitoraggio di altri test molecolari».

La prima analisi su 9 test

La prima analisi è stata fatta su 9 test, di cui 3 hanno dato, rispettivamente, risultato di variante inglese, uno in corso di valutazione (probabile variante inglese) e il terzo apparterrebbe ad una variante già conosciuta, circolante in Europa, ma che non avrebbe implicazioni di maggior patogenicità.

«Un ringraziamento particolare alla dottoressa Fulvia Milano, responsabile del laboratorio di Vercelli – conclude Marnati – che ha conservato il test non appena resa nota la notizia della comparsa della variante inglese”. La potenzialità di analisi con sequenziazione è di 96 campioni a settimana, fino a un massimo di 192 campioni, con un tempo di risposta in 5-6 giorni».

Non sappiamo quanto stia circolando la variante inglese

Altri casi di variante inglese in Italia sono stati trovati in Campania, nelle Marche e in Puglia. Ma gli esperti temono siano molti di più.

«Siamo molto preoccupati dalla variante inglese del virus SarsCoV2 – ha dichiarato Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute -, ma non sappiamo esattamente quanto sta circolando perché purtroppo qui non sequenziamo altrimenti ce ne accorgeremmo».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie