Variante inglese è allarme: per gli scienziati è più letale

Variante inglese è allarme: il primo ministro inglese Boris Johnson ha dichiarato che la mutazione è più mortale del ceppo originario come dimostrano i dati. Ucciderebbe 14 persone ogni mille rispetto ai 10 decessi causati dal ceppo precedente. Molti casi sono già statis egnalati in tutta Europa,. Italia comprese. Ma è necessario il sequenziamento per capire fino a che punto è diffusa. Preoccupano anche la variante brasiliana e quella sudafricana, più resistenti ai vaccini e una nuova mutazione che potrebbe essersi originati in Francia.

Variante inglese è allarme: per gli scienziati è più letale
Variante inglese è allarme: il primo ministro inglese Boris Johnson ha dichiarato che la mutazione è più mortale del ceppo originario come dimostrano i dati.
3' di lettura

Se già c’era preoccupazione per la variante inglese, molto più contagiosa, ora, dopo le parole del premier inglese, Boris Johnson, quella preoccupazione è diventata allarme rosso: per il primo ministro inglese quella variante è anche più letale. Sarebbe la causa dell’impennata di morti registrata in questi giorni nel Regno Unito, con un picco di 1.800 decessi in sole 24 ore e una media costantemente sopra i 1.400. Numero molto più alto dei morti provocati dal ceppo originario del coronavirus.

Perché è più letale

Jonhson ha dato anche qualche numero sugli effetti letali della variante inglese del coronavirus. Se prima che la mutazione si diffondesse in Gran Bretagna c’erano 10 decessi ogni 1.000 infetti, ora quel numero è arrivato a 14. Il che vuol dire che ogni 100.000 contagiati non ne muoiono 100, ma 140.

Il principale consigliere scientifico del governo, sir Partick Vallance, ha detto che le prove sulla letalità della variante inglese «non sono ancora forti». Provengono, questo il senso del suo discorso, da matematici che analizzano le tendenze rispetto al numero di morti, ma il sequenziamento per stabilire il ceppo che ha causato la malattia riguarda solo l’8% dei casi (in Italia è molto, molto meno). Ma, nonostante le cautele, la variante inglese, quella chiamata B117, sarebbe più letale tra il 27 e il 91% rispetto a quella tradizionale.

Il premier inglese Boris Johnson

Il parere degli scienziati inglesi

E questi dati non sono stati estrapolati da matematici e solo sulla base di statistiche, ma riscontratati dalla London School of Hygiene and Tropical Medicine. Gli scienziati hanno accertato che la variante inglese potrebbe essere 1.35 volte più letale.

Per l’Imperial College di Londra la letalità sarebbe superiore al ceppo precedente dell’1.36 o 1.39. L’ Università di Exeter va anche oltre, e arriva all’1.91. I risultati sembrano univoci, anche se si basano per ora su poche centinaia di decessi.

Ancora non è certo se questo aumento di mortalità riguardi solo gli anziani o sia distribuita su tutte le fasce della popolazione. Quello che è ormai accertato sembra ombra di dubbio è la maggiore trasmissibilità: il 56% più del ceppo precedente. Una caratteristica, quella della variante inglese, che già basta a definirla più dannosa.

Il sistema sanitario in affanno

Gli esperti inglesi hanno infatti ribadito che un maggior numero di contagi, significa anche un maggior numero di ricoveri in ospedali. E con l’Nhs (il servizio sanitario britannico), inevitabilmente in affanno è anche più difficile prestare la stessa attenzione a ogni paziente in ospedale (potrebbe essere questa una delle cause dell’aumento di letalità?).

In Europa intanto cresce l’allarme per la diffusione della variante inglese. È stata segnalata in quasi tutti i Paesi europei. In alcuni casi su persone che erano arrivate dalla Gran Bretagna. In altri – e questo è più preoccupante – la mutazione è stata riscontrata su persone infette che non hanno avuto alcun rapporto diretto o indiretto con l’Inghilterra. Il che lascerebbe supporre una diffusione già ampia sul territorio.

Le altre pericolose varianti

E in Italia di contagi da coronavirus senza una fonte certa se ne sono già contati diverse decine. Senza dimenticare che nel nostro Paese il sequenziamento dei casi è molto ridotto, quindi è difficile stabilire quanto e in che modo sia diffusa nella Penisola la mutazione inglese.

Ma non c’è solo la variante inglese ad alimentare l’allarme. Casi di variante sudafricana o brasiliana sono già stati trovati in Europa. Come quella inglese sono più contagiose. Ma se la prima sembra non riuscire a eludere l’azione dei vaccini, le altre due, e in particolare quella brasiliana (che si è diffusa in poche settimane in molto centri dell’Amazzonia), sembra sia resistente agli anticorpi prodotti dai vaccini e capace di reinfettare anche chi ha già avuto il covid.

Senza dimenticare la possibile variante francese, che avrebbe provocato un consistente aumento dei casi in alcune zone del Paese.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie