Varianti Covid-19: quante sono e perché preoccupano?

Quante sono le varianti di Covid-19 e perché preoccupano? Ecco tutto quello che c'è da sapere sulle recenti mutazioni del coronavirus.

3' di lettura

Le varianti del Covid-19 preoccupano gli esperti e le autorità. Dubbi principali: alta trasmissibilità e possibile resistenza al vaccino. Nate dalla mutazione del virus, le varianti aumentano i rischi per cittadini e cittadine. Cosa sappiamo.

Varianti di Covid-19: cosa sono?

Da qualche settimana in Italia sono state attivate delle forti restrizioni in alcune aree circoscritte per contrastare la diffusione delle varianti di Covid-19.

E’ il caso delle micro zone rosse, presenti in numerose regioni italiane, attivate dove la presenza delle varianti è più diffusa e quindi più preoccupante.

Una situazione che preoccupa sia esperti che autorità locali.

Proviamo a ricostruire tutto quello che sappiamo sulle varianti di Covid-19 a partire dalla FAQ del Ministero della Salute.

Come si diffonde una variante

I virus per diffondersi si replicano (non solo il Coronavirus): cioè crea delle copie di se stesso. Nello svolgere questa operazione a volte il virus può cambiare leggermente.

L’esito di questa copia imperfetta del virus è chiamato mutazione: “un virus con una o più nuove mutazioni viene indicato come una “variante” del virus originale(Ministero della Salute)

Queste mutazioni però dare origine a varianti del virus con caratteristiche diverse.

Per esempio, alcuni casi il virus può diventare più aggressivo, quindi generare una malattia più grave. In altri casi, può dare vita ad una malattia che si trasmette più facilmente.

Varianti di Covid-19: quali sono?

Secondo la ricostruzione della Nazione, i primi contagi di varianti di Covid-19 in Italia risalgono a giugno 2020.

Le mutazioni costituiscono il tentativo del virus di sopravvivere ai nostri tentativi di imbrigliarlo e contrastarlo.

Per questo, i virologi e le virologhe italiani sottolineano l’importanza di una campagna vaccinale tempestiva e veloce.

Le principali varianti di Covid-19 presenti in Italia sono le varianti inglese, sudafricana e brasiliana.

Della cosiddetta “variante inglese” (Variante VOC 202012/01, nota anche come B.1.1.7) sappiamo che ha un “una maggiore trasmissibilità rispetto alle varianti circolanti in precedenza”.

Al momento non è chiaro se questo virus mutato provochi una forma più aggressiva della malattia nei pazienti contagiati. Sono in corso degli studi per ulteriori accertamenti (Ministero della Salute).

La variante sudafricana (Variante 501.V2), invece, è più contagiosa del “normale” Coronavirus ma meno della variante inglese. Per quanto riguarda la gravità della malattia, non ci sono dati su differenze note (Ministero della Salute)

Infine, la variante brasiliana sembra aver dimostrato non solo una maggiore trasmissibilità ma anche una propensione alla reinfezione (Ministero della Salute)

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie