Inchiesta viadotti, gip Avellino: così Autostrade rallenta lavori. Barriere non sostituite

Il gip di Avellino Fabrizio Ciccone ha rigettato una nuova richiesta da parte dei direttori del VI e del VII Tronco di Autostrade per l'Italia.

tribunale avellino tre


1' di lettura

Il gip di Avellino Fabrizio Ciccone ha rigettato una nuova richiesta da parte dei direttori del VI e del VII Tronco di Autostrade per l’Italia. Aspi voleva ottenere una variazione temporanea delle procedure di cantierizzazione sui viadotti dissequestrati il 20 dicembre scorso. Dodici cavalcavia sull‘A16 fra Baiano e Benevento e tre sull’A14 tra Pescara Ovest e Pedaso. Su quei tratti autostradali, su richiesta del Pm di Avellino Rosario Cantelmo e del sostituto Cecilia Annecchini, erano stati eseguiti una serie di sequestri relativi alle barriere autostradali.

Il giudice per le indagini preliminari ha specificato come due istanze di dissequestro, presentate da Autostrade a distanza ravvicinata, hanno finito per rallentare i lavori di sostituzione delle barriere laterali. Parere simile è stato espresso dall’ingegnere Placido Migliorino dirigente al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit).

L’istallazione delle barriere devono essere – ha specificato il Mit – in regola con le prescrizioni di validazione tecnica del Ministero.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!