Video Fedez contro censura Rai sul concerto del primo maggio

Ecco il video col quale Fedez ha stigmatizzato il tentativo di censura da parte della Rai per il suo discorso al concerto del primo maggio.

4' di lettura

Fedez durante il concerto del primo maggio a Roma, organizzato ogni anno dalla CISL, CGIL e UIL per celebrare la festa dei lavoratori, in prima serata attacca la Lega di Matteo Salvini leggendo un lungo discorso in difesa del DDL Zan e contro le recenti dichiarazioni di alcuni esponenti del partito leghista su omosessualità e libertà sessuali.

La Rai con un tentativo di censura nei giorni precedenti, prova a controllare i discorsi del rapper e a suggerire di addolcire i toni, ma viene prontamente contraddetta dal cantante in un video bomba pubblicato sul profilo Twitter dell’artista.

Fedez: il video contro la censura da parte della RAI

«E’ la prima volta che mi è successo di dover inviare il testo di un mio intervento perché venisse sottoposto ad approvazione politica» così inizia la polemica di Fedez al concerto del primo maggio.

Sul palco si celebrano le conquiste dei lavoratori e dei loro diritti e non può esserci censura. Seguendo questo pensiero il rapper ieri ha ribadito le frasi omofobe, con i nomi di chi le ha pronunciate. «Me ne assumo ogni responsabilità, rivendicando la libertà di espressione di un artista sul palco», ha sostenuto Fedez.

Dopo l’esibizione la polemica è diventata rovente e la RAI smentisce le pressioni preventive sostenendo: «Rai3 e la Rai sono da sempre aperte al dibattito e al confronto di opinioni, nel rispetto di ogni posizione politica e culturale. È fortemente scorretto e privo di fondamento sostenere che la Rai abbia chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti al tradizionale Concertone del Primo Maggio, per il semplice motivo che è falso, si tratta di una cosa che non è mai avvenuta. Né la Rai né la direzione di Rai3 hanno mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista del concerto»

Fedez concerto primo maggio, la registrazione della telefonata da parte dei vertici RAI

La Rai smentisce la censura, ma la telefonata è registrata

Fedez al concerto del primo maggio dice: «In prima battuta l’approvazione non c’è stata, o meglio, dai vertici di Rai3 mi hanno chiesto di omettere dei nomi, dei partiti e di edulcorarne il contenuto. Ho dovuto lottare un pochino, un po’ tanto, ma alla fine mi è stato dato il permesso di esprimermi liberamente. Grazie. Mi assumo tutte le responsabilità di ciò che dico e faccio, sappiate però che il contenuto di questo intervento è stato definito dalla vice direttrice di Rai3 come ‘inopportuno’»

Fedez concerto primo maggio

La RAI in un tentativo di salvare la propria immagine pubblica prova a mettere una pezza ad un’azione di controllo, ma viene prontamente smentita da Fedez dopo il concerto del primo maggio. Infatti viene pubblicato, sul profilo su Twitter dell’artista, la registrazione della telefonata con la Rai 24 ore prima dell’evento. «Avrei voluto evitarlo, ma nel momento in cui mi si dà del bugiardo mi trovo costretto a pubblicare la telefonata, una delle più spiacevoli della mia vita»

 La direzione di Rai3 «conferma di non aver mai chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti al concerto del Primo Maggio – richiesta invece avanzata dalla società che organizza il concerto – e di non aver mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista». E aggiunge: «In riferimento al video pubblicato sul suo profilo Twitter da Fedez, notiamo che l’intervento relativo alla vicedirettrice di Rai3 Ilaria Capitani (l’unica persona dell’azienda Rai tra quelle che intervengono nella conversazione pubblicata da Fedez) non corrisponde integralmente a quanto riportato, essendo stati operati dei tagli». 

E poi: «Le parole realmente dette sono: «Mi scusi Fedez, sono Ilaria Capitani, vicedirettrice di Rai3, la Rai non ha proprio alcuna censura da fare. Nel senso che la Rai fa un acquisto di diritti e ripresa, quindi la Rai non è responsabile né della sua presenza, ci mancherebbe altro, né di quello che lei dirà.» E infine: «Ci tengo a sottolinearle che la Rai non ha assolutamente una censura, ok? Non è questo [?] Dopodiché io ritengo inopportuno il contesto, ma questa è una cosa sua.».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie