Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Tecnologia / Videogiochi online, dal cyberbullismo ai problemi di privacy: quali sono i possibili rischi

Videogiochi online, dal cyberbullismo ai problemi di privacy: quali sono i possibili rischi

Ogni anno sale il grado di problematiche riscontrabili nelle varie community di videogiochi, con episodi di cyberbullismo e di flame sempre più frequenti.

di The Wam

Dicembre 2021

Oggi sono tantissimi gli italiani che si dedicano al gaming online, grazie a giochi in multiplayer come, ad esempio, Fortnite e Call of Duty Warzone. Non mancano ovviamente i grandi classici del pallone, da PES fino ad arrivare a FIFA, e i giochi di ruolo, siano essi tradizionali o più moderni, come nel caso di The Elder Scrolls. Purtroppo, però, ogni anno sale il grado di problematiche riscontrabili, a partire dalla tossicità presente all’interno delle varie community, con episodi di cyberbullismo e di flame sempre più frequenti.

Quali sono i tre principali fattori di rischio dei videogiochi online

Al primo posto si trovano i problemi di privacy, legati a diversi fattori. Ad esempio, agli attacchi hacker in grado di bucare i server, rubando una mole impressionante di dati sensibili, oppure le abitudini incaute degli utenti stessi, che potrebbero comunicare quei dati ad altri gamer. Il rischio sale di molto se si fa riferimento ai bambini e agli adolescenti, meno avvezzi al controllo e dunque più emotivi e istintivi. Ci sono certi malfattori specializzati nell’indirizzare le conversazioni online dove desiderano, riuscendo così a carpire informazioni particolarmente delicate. In questo caso si rende più che mai necessario il costante controllo dei genitori, o il blocco di qualsiasi canale di conversazione, dal microfono alle chat room.

Le piattaforme fraudolente sono un’ulteriore piaga che merita di essere raccontata. Tutti i giochi online hanno degli “emuli” fuori legge, nati con il solo scopo di truffare gli utenti, per carpire ad esempio i dati delle carte di credito o per convincerli ad installare un malware. Per questo motivo, è importante giocare sempre su siti con certificazione ADM o AAMS. Quando si vuole scegliere con quale piattaforma giocare, può essere d’aiuto un popolare portale di casinò come AskGamblers: uno spazio dove si possono leggere recensioni e confrontare tantissimi siti di gambling fra di loro. In questa maniera l’utente potrà valutare quale piattaforma risponde meglio alle sue esigenze, tra le diverse opzioni oggi disponibili online.

Si chiude con un altro problema molto serio, riguardante il comportamento di certi utenti a danni degli altri. Nello specifico, si fa riferimento al fenomeno del già citato prima cyberbullismo, oggi molto diffuso in diverse community di gaming online. Da lì si espande poi sui forum, le chat e le pagine social di settore, bersagliando certi gamer in particolare, soprattutto chi si espone in pubblico con dirette e quant’altro. Non è grave quanto il cyberbullismo, ma anche il flaming e il trolling richiedono un piccolo approfondimento. Esistono infatti dei giocatori che giocano deliberatamente per insultare e per provocare gli altri gamer, creando del caos finalizzato al disturbo. Si tratta evidentemente di un fastidio notevole per molti giocatori, che in presenza di un troll non possono godersi come vorrebbero la propria sessione di gaming.

Videogiochi online, dal cyberbullismo ai problemi di privacy: quali sono i possibili rischi
Videogiochi online, dal cyberbullismo ai problemi di privacy: quali sono i possibili rischi

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp