Vincenzo Riccio: “Per arrivare qui, bisogna mangiare pane duro”

Il post sui social di Vincenzo Riccio, ex centrocampista dell'Avellino, con la foto della squadra che giocò la finale playoff a Napoli. "Per arrivare qui, bisogna mangiare pane duro..."

1' di lettura

Momento difficile in casa Avellino calcio con la squadra che oggi alle 15.00 riprenderà gli allenamenti agli ordini di Ignoffo. Il tecnico è stato sfiduciato ieri, ma per problemi economici del club, non si è riusciti nell’esonero e nel pagare una buonuscita al mister e allo staff e ovviamente alla nuova guida tecnica.

E’ un momento duro, complicato, con l‘Avellino reduce da 1 punto in 5 partite ed atteso da un tour de force da brividi contro le prime 4 compagini del campionato nelle prossime gare, una dietro l’altra.

E’ un momento dove c’è bisogno di uomini prima e poi calciatori. Di uomini con carattere, di veri lupi. Come lo è stato e lo è Vincenzo Riccio.

L’ex mediano dell’Avellino, con un post su facebook, in poche righe, ha parlato di cosa c’è bisogno per giocare con questa maglia, pane duro e sacrifici, postando la foto della squadra che giocò la finale playoff di Serie C del 2005 al San Paolo di Napoli, con lo spicchio della tifoseria avellinese alle spalle. Cecere, Puleo, Biancolino, Ametrano, Rastelli, Cinelli, Millesi, Fusco, Criaco, Ghirardello. Una squadra con gli attributi, capace di far piangere il Napoli in quella doppia sfida per la Serie B.

E il post di Riccio vuole significare proprio questo, servono attributi e carattere per uscire da questo momento. Una curiosità, che ricorderete tutti, in quella finale doppia, in quel Napoli, in difesa, c’era ignoffo, ora allenatore biancoverde.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!