Voto Avellino. Tre candidati in corsa per il ballottaggio

4' di lettura

Presentate le liste, inizia una campagna elettorale difficile. Arriva dopo un anno turbolento (governo Ciampi), e con un futuro segnato dal pre dissesto del comune di Avellino.

Un dato è certo: centrosinistra e centrodestra hanno fallito il primo obiettivo in città. L’ambizione era l’unità. La realtà è una divisione per tre. Tre candidati da una parte e altrettanti dall’altra. Con una discreta serie di strappi, polemiche, incomprensioni. A volte laceranti.

CLICCA QUI per accedere al gruppo WhatsApp e ricevere le notizie più importanti ogni giorno due volte al giorno

Non sta meglio neppure il Movimento 5Stelle. Ha presentato una sola lista, nessuna apertura dunque a civiche di area (era una ipotesi ventilata a Roma). E quella sola lista ha reso ancora più precari gli equilibri interni, con i vertici del partito in Irpinia che marcano ormai una distanza abissale dai Meet up.

Scorrendo le liste, ci sembra sia da escludere la possibilità che uno dei candidati possa vincere al primo turno. Non c’è una mega coalizione, come quella che ha sostenuto Nello Pizza lo scorso anno. E neppure – a dire il vero – si intravede all’orizzonte una sorpresa come i 5Stelle di Vincenzo Ciampi.

Tre nomi per due posti

Al momento – ma trenta giorni di campagna elettorale potrebbero cambiare le cose -, tre dovrebbero essere i candidati con più chance di arrivare al ballottaggio: Luca Cipriano, Gianluca Festa e Dino Preziosi.

Luca Cipriano aveva già ottenuto un discreto risultato con la sua civica. Quest’anno può contare sul supporto di una parte consistente del Partito democratico, di quei popolari che hanno deciso di smarcarsi da De Mita (l’ex premier Ciriaco ha deciso di ricandidarsi come sindaco a Nusco), e di altre civiche d’area. Una compagine forte, certo. Ma non abbastanza da risolvere la questione al primo turno.

Gianluca Festa può contare sulle sue civiche, su un discreto consenso personale, su personaggi che hanno sempre raccolto un buon numero di preferenze (l’area De Caro del Pd), e sul supporto dell’ex deputato dei democratici Angelo Antonio D’Agostino.

Dino Preziosi ci sembra invece il candidato più forte nel centrodestra. Può contare sulla sua civica, su Forza Italia e Fdi. Se migliora il risultato delle ultime amministrative potrebbe ambire al ballottaggio. E’ un’impresa difficile, non impossibile.

Centrodestra, un’occasione persa

Diciamolo: viste le difficoltà del centrosinistra nel presentarsi compatto, forse il centrodestra ha perso una grande occasione. Avrebbe potuto contare sul vento che ha spinto la coalizione nelle ultime regionali, intercettare e canalizzare anche nelle amministrative il consenso della Lega. Invece, niente. Anzi. La Lega si presenta da sola. Con una sola lista e la candidatura a sindaco di Bianca Maria D’Agostino, uno stimato avvocato, ma che non è mai scesa nell’agone politico. I leghisti hanno perso per strada anche il loro candidato più forte (dati delle ultime amministrative), quel Damiano Genovese che ha deciso di presentare una sua civica e correre da solo per la poltrona di sindaco. Crediamo sia difficile, con una sola lista, sia per la D’Agostino, sia per Genovese, poter ambire concretamente al secondo turno. Ma potrebbero rivelarsi fondamentali per il centrodestra in un eventuale ballottaggio.

La nuova stagione dei 5Stelle

Discorso a parte per i 5Stelle. Il clima non è quello che ha trascinato il Movimento lo scorso anno. E’ così a livello nazionale. Lo è ancora di più ad Avellino dopo l’infelice esperienza di governo. Sì, certo, non hanno potuto governare perché avevano il sindaco ma non la maggioranza in consiglio. Ma è difficile non imputare ai vertici dei 5Stelle avellinesi un’arroganza (nel confronto con le altre forze politiche), che aggiunta alla inevitabile inesperienza (che non è un merito), ha affossato il governo Ciampi. La delusione – e la spaccatura con i meet up – potrebbe aver spento l’entusiasmo che ha portato prima al ballottaggio e poi alla sorprendente vittoria lo scorso anno. Ma – ripetiamo – un mese di campagna elettorale potrebbe modificare questa percezione.

Il centrosinistra alternativo di Si Può, che ha candidato Amalio Santoro, non ha molte chance (con una sola lista), di accedere al ballottaggio. Punta, riteniamo, a migliorare il risultato delle ultime amministrative. Ma potrebbe comunque scompaginare qualche “conto” sia per Cipriano, sia per Festa. E rivelarsi fondamentale per il secondo turno.

Da verificare il risultato di Cittadini in Movimento, la civica che ha presentato candidato Massimo Passaro.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie