Youtuber di successo: nei segreti di Dario Caliendo star del tech

Youtuber Tech
4' di lettura

Divulgatore, Youtuber di successo e “star” del tech, napoletano di nascita e cittadino di diverse città nel mondo. Dario Caliendo è il nostro eroe digitale di oggi. Esperto informatico e giornalista Fanpage, ha iniziato il suo percorso in rete nel 2007, con iSpazio e iPadevice, due fra i portali del mondo Apple più letti in Italia.

Youtuber di successo: Dario Caliendo
Dario Caliendo

Nel 2011 si mette in proprio con un suo blog, ma quell’avventura ha vita breve: dopo sei mesi il sito viene acquistato da Fanpage.it, testata giornalistica online di Ciaopeople Media Group, uno dei siti più letti d’Italia. Dario collabora, inoltre, con alcune delle più importanti aziende tecnologiche al mondo e gira le convention più importanti su tecnologia e comunicazione. Dove sono invitati gli Youtuber di successo più seguiti del pianeta.

Chi è Dario Caliendo oggi?

“Diciamo che, negli ultimi mesi, sono tornato alle origini. E quindi mi occupo di recensioni di prodotti tech di ultima generazione per Fanpage. La mia giornata tipo si divide a metà fra la produzione dei video per la piattaforma di Fanpage e la recensione di prodotti per aziende”.

Facciamo un salto indietro di undici anni: che formazione ha alle spalle lo Youtuber di successo, Dario Caliendo?

“Sono specializzato in architettura di rete, poi mi sono dedicato alla passione per la tecnologia. Ho lavorato per il sito Ispazio. Avevo poi creato un blog di settore che era molto seguito. Dopo sei mesi Fanpage lo ha acquistato. E ho iniziato a collaborare con loro”. (Qui trovi il link alla pagina facebook di Dario con contenuti sempre aggiornati)

Oggi sei uno Youtuber di successo. I tuoi video sono una certezza per gli appassionati di settore: qual è il tuo segreto?

“Non c’è un segreto. Ma credo che sia fondamentale il giusto mix fra competenza e simpatia. Devi parlare in modo da comunicare con efficacia con una platea eterogenea di utenti, senza risultare superficiale ma neppure molto tecnico. Oggi il pubblico della rete non è come quello del 2007. Gli utenti non accettano video che durano dieci quindici minuti e che sono di scarsa qualità. I nativi digitali, infatti, sono fruitori quotidiani di prodotti di forte impatto e complessità: penso alle serie tv on demand sempre più simili a film”. (Se questo video ti sta piacendo condividilo coi tasti social. Ti costa un attimo, ma ci farebbe crescere molto)

Youtube è una piattaforma satura: come si fa a emergere in un contenitore così competitivo?

“Ripeto: non ci sono ricette perfette per tutti. E io ho un editore, Fanpage, che mette a disposizione uno staff che si dedica alla distribuzione dei prodotti: esperti Seo, informatici, social media manager. Detto ciò si parte dal prodotto: quindi il video. Cosa vuoi comunicare? Poi bisogna trovare un “taglio” unico. Cercare linguaggi d’impatto che arrivino a più persone. I miei video hanno una durata media di cinque sette minuti. Prediligo grafiche d’impatto. E’ essenziale la scelta delle parole chiave: fare una ricerca, anche con strumenti messi a disposizione da Google come Google trends, termini “caldi” e attinenti al tuo video per indicizzarlo. Youtube si sta sempre più avvicinando ai social”. (A proposito di Fanpage: dai un’occhiata alla nostra intervista al direttore creativo del sito, Luca Iavarone. Anche lui parla di viralità, video e social network)

Che intendi?

“E’ essenziale creare una community e interagire costantemente con gli utenti. Tenere vivo il tuo spazio virtuale con commenti interessanti oltre che coi video”. (L’intervista continua a pagina 2 per rendere più agevole la lettura da smartphone. Dario parla di formazione, come costruire una community solida e come rispondere agli haters)

E come si tengono a bada gli haters: i criticoni del web che non risparmiano commenti al vetriolo?

“Prima me la prendevo molto. Potevo restarci male per un bel po’. Anche perché diciamo che alcuni utenti non si risparmiano. Ora rispondo con la simpatia. Dico “Ma dai, calmati, che fai? Parliamone”. (Sulla pagina Instagram di Dario trovi video e foto degli eventi tech più seguiti)

Quali prodotti ami maggiormente recensire?

“Mi sto dedicando all’universo dell’intelligenza artificiale e delle nuove tv. Oggi il futuro è sempre più on demand. Anche se sull’intelligenza artificiale si fa ancora molta confusione. C’è chi la confonde con l’assistente vocale ad esempio. Diciamo che quell’universo lì mi affascina perché cambierà le nostre vite”.

Un modello di Youtuber di successo al quale ti ispiri?

Casey Neistat, lui è un fenomeno. E il montaggio dei suoi video è fantastico”.

Quanto investi in formazione?

“Ho la fortuna di fare un aggiornamento costante. Giro il mondo per raccontare le convention tech più interessanti. Ogni incontro, ogni evento, mi permette di arricchirmi e crescere professionalmente”.

Puoi dedicarti a un solo progetto tutto tuo: quale sarebbe?

“Un sito di settore tech americaneggiante. Credo che in Italia non esista una piattaforma simile che sia il giusto compromesso fra un sito ricco di contenuti interessanti e approfonditi, ma alla portata di un pubblico più ampio. O si banalizza tutto o si diventa troppo tecnici”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!