Una regione rischia di passare in zona arancione

Una regione rischia di passare in zona arancione: la Sicilia è di fatto già in fascia gialla, ma si è avvicinata ai parametri per la zona di rischio più alta. Le strutture ospedaliere sono in affanno. Zona gialla, ma dall'inizio di settembre, anche per Sardegna e Calabria. In bilico altre due regioni. Timori per l'inizio dell'anno scolastico.

4' di lettura

Rischio zona arancione in Italia. In particolare in Sicilia, dove ieri si è registrato un picco di morti. Su 69 morti complessivi nel Paese 36 si sono registrati nell’isola. Il 25%.

La Regione ha fatto sapere che c’erano anche dei decessi avvenuti nei giorni precedenti. Ma il dato resta comunque grave, soprattutto se si verifica l’aumento dei posti letto occupati in area Covid: in Italia negli ultimi giorni ce ne sono stati 263, 47 nella sola Sicilia. Un quinto.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Zona arancione: rischio Sicilia, i dati

Il passaggio in zona gialla per la Sicilia è scontato da giorni. Ma con il trend in costante aumento si avvicina anche il passaggio in zona arancione, che significa, come sapete, un incremento serio delle misure di restrizione. Un salto indietro di molti mesi.

Il passaggio in zona arancione si verifica quando si superano questi parametri:

  • 150 casi ogni 100.000 abitanti: e la Sicilia è a 140;
  • 20% di ricoveri covid in terapia intensiva: siamo oltre il 10%
  • 30% di posti occupati in area medica: siamo oltre il 17%

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Zona arancione a settembre

Ma l’incremento significativo degli ultimi due giorni lascia intendere che nella prossima settimana quelle soglie potrebbero essere avvicinate o superate. Se il trend non cambia la zona arancione è una possibilità più che concreta, forse già all’inizio di settembre.

Zona arancione: ricoveri in terapia intensiva

I dati in un mese e mezzo sono peggiorati in modo importante: i ricoverati in terapia intensiva sono passati da 18 a 80.

C’è anche un altro numero che preoccupa: la percentuale dei ricoveri in rianimazione rispetto ai casi totali è in aumento. E questo lascia intendere anche un incremento percentuale dell’infezione grave.

Per gli esperti non ci sono dubbi: la situazione negli ospedali continuerà a peggiorare, e non per poco. Del resto i dati sulle nuove infezioni giornaliere indicano una situazione che è ormai fuori controllo. Impossibile il tracciamento dei casi.

Questo significa, con le strutture sanitarie sotto pressione, che ci saranno di nuovo difficoltà per curare i pazienti che hanno patologie diverse dal covid.

Zona arancione, ospedali sotto pressione

I segnali sono già evidenti: una circolare dell’assessorato alla Sanità della Regione Sicilia ha già invitato i medici ospedalieri a dimettere il prima possibile tutti gli altri pazienti.

Una circolare potrebbe significare due cose:

la Regione spera di evitare il passaggio in zona arancione o gialla liberando gli ospedali da altri pazienti per ridurre il peso complessivo dei malati covid nella percentuale dei posti letto occupati;

o anche preparare gli ospedali ad accogliere un numero consistente di pazienti covid.

Zona arancione e vaccinati

La possibile zona arancione in Sicilia potrebbe in parte essere legata alla bassa percentuale di vaccinati rispetto al resto della nazionale. Ma non è una lettura che racconta per intero la verità: infatti l’altra regione a rischio giallo è la Sardegna, dove il numero di vaccinati è in linea con la media della Penisola (e molto più alta che in Sicilia).

Molto probabilmente l’ondata di contagi è stata causata dall’afflusso di turisti e da una grande circolazione di persone sulle isole.

Se così fosse, la fine della bella stagione dovrebbe coincidere con un lento calo dei contagi e dei ricoveri.

Ma è solo una ipotesi.

Zona arancione, la situazione in Sardegna

A proposito di Sardegna, anche ieri un aumento importante dei contagi (+429). Ma il passaggio in zona gialla dalla prossima settimana dovrebbe essere scongiurato. Se l’andamento della curva epidemiologica dovesse continuare a salire con questi ritmi sarebbe però inevitabile a settembre.

Le altre regioni in bilico

In bilico c’è anche la Calabria, un’altra Regione che passerà in zona gialla a partire dal prossimo mese.

Tra le altre regioni a rischio anche la Toscana e la Liguria. Ma l’incremento dei casi si registra un po’ ovunque.

È una lenta crescita, ma fino a oggi inesorabile. Ci sono evidenti timori che la situazione possa peggiorare in coincidenza con la ripresa dell’attività scolastica.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie