Zona gialla dal 26 aprile: tutto quello che si potrà fare

Dal 26 aprile torna la zona gialla e sarà estesa, dati alla mano, in molte regioni della Penisola: ecco tutto quello che si potrà fare nel weekend del primo maggio. Si torna a cenare al ristorante e a passeggiare al mare, se siete vaccinati liberi spostamenti ovunque in Italia. Riaprono anche cinema, teatri e si potranno organizzare spettacoli all'aperto. Sempre con delle limitazioni, ma è molto meglio di niente.

4' di lettura

Dal 26 aprile molte regioni saranno in zona gialla, altre potrebbero seguire la settimana successiva. Dopo mesi in zona rossa permanente, con divieti e restrizioni diffuse, sembra di tornare a una parvenza di normalità. Ma è davvero così?

Vediamo insieme cosa si potrà fare in zona gialla.

Fine settimana

Tutti abbiamo rinunciato ai fine settimana e alle gite fuori porta. Quasi ci siamo abituati a trascorrere in casa il week end. Ma dal primo fine settimana in zona gialla si potrà tornare a immaginare qualcosa di diverso. Al momento sempre nei confini regionali, ma è già qualcosa. Con delle limitazioni.

Volete andare al mare o in campagna? Si può fare. Tornerete a respirare aria pura in spiaggia o in un bosco. Potrete anche pranzare al ristorante, ma all’aperto. Cosa possibile con le belle giornate (si spera) in arrivo.

Qui trovi notizie interessanti su covid, vaccinazioni e ordinanze

Resta comunque il coprifuoco a partire dalle 22 (e fino alle 5), l’obbligo della mascherina e niente assembramenti.

Le piscine all’aperto riapriranno il 15 maggio, ma in fondo il clima non è ancora adatto per un tuffo in vasca.

Ristoranti

Dicevamo dei ristoranti. In zona gialla saranno aperti a pranzo e a cena. Ma solo quelli che hanno a disposizione spazi esterni. Anche qui qualche limitazione: al tavolo potranno sedere al massimo 4 persone se non sono conviventi. La distanza tra i tavoli sarà di almeno un metro.

Come, il vostro ristorante preferito non ha spazi esterni? Beh, allora bisognerà aspettare un altro po’, la riapertura dei locali al chiuso è stata prevista, nella road map del governo, il primo giugno.

Non è vicino, ma almeno c’è una data.

Il coprifuoco

Come detto resta il coprifuoco alle 22. Il che limita il piacere delle cene all’aperto. O bisognerà cambiare abitudini e recarsi un po’ prima al locale. Chi si muove dopo le 22 lo potrà fare solo con autocertificazione e solo per i consueti motivi di necessità, urgenza o lavoro. La cena al ristorante non rientra in queste tre categorie.

Ma pazienza, se tutto va bene, e cioè se i contagi continuano a calare e la campagna vaccinale procede senza intoppi, anche il coprifuoco è destinato a sparire.

Si può andare in un’altra regione?

In zona gialla sarà possibile sconfinare da una regione all’altra. Tra territori in fascia gialla in particolare. Si potrà andare anche in regioni rosse o arancione, ma solo per i consueti validi motivi. Al momento non si conoscono i dettagli, ma sarà consentito il passaggio da una regione all’altra solo con un pass che certifichi la vostra vaccinazione (non basta una dose, ne servono due), o di essere guariti dal covid, o ancora di aver fatto un tampone (negativo) tra le 48 e le 72 ore prima di mettervi in viaggio.

Insomma confini tra regioni aperti, ma a certe condizioni.

Sarà possibile andare a cinema o allo stadio?

Beh, riapre tutto (quasi), non potevano non riaprire anche cinema, teatri e musei. Ma sarà possibile, dal 26 aprile, anche assistere a spettacoli all’aperto. I protocolli di sicurezza saranno comunque severi (meglio di niente). Sulla capienza massima la discussione è ancora aperta, dovrebbe oscillare tra il 25 e il 50%. Ne sapremo di più nei prossimi giorni.

E gli stadi? La questione è un po’ più delicata. Dal primo maggio l’ingresso potrebbe essere consentito a non più di mille persone (se è un palazzetto dello sport il limite scende a 500).

Quando si vedrà più gente sugli spalti? Non in questo campionato, molto probabilmente bisognerà aspettare i campionati Europei, ovvero l’11 giugno, quando all’Olimpico di Roma potrebbe essere consentito l’accesso ai tifosi, ma solo fino al 25% della capienza. È comunque un inizio. E un buon auspicio per il campionato che verrà.

Le palestre

A tanti di voi è mancata e tanto la palestra. L’attesa è quasi finita, si tornerà dal primo giugno.

Centri termali

Si è parlato tanto di palestre e piscine in questi mesi, ma anche i centri termali sono rimasti sigillati per la pandemia. Lì la questione è un po’ più delicata. Dovrebbero riaprire il primo luglio, quando – si spera – i contagi saranno residuali e i dati sulla vaccinazione molto più alti. Insieme agli impianti termali via libera anche alle fiere e ai congressi. A quel punto sarebbe tutto riaperto. Mancheranno solo le discoteche.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie