Zona rossa week end: si parte subito. Tutte le misure

La zona rossa nei fine settimana per tutta Italia dovrebbe partire già nel prossimo weekend, 13 e 14 marzo, la decisione finale verrà presa dopo il report di venerdì. Per tutte le fasce di rischio le misure saranno più restrittive. La zona rossa scatterà in automatico dopo i 250 contagi ogni 100.000 abitanti. Ancora chiuse molte attività commerciali.

4' di lettura

I lockdown saranno localizzati, ma la zona rossa è per tutta la nazione nei fine settimana. Queste modifiche al dpcm del sei marzo sono ormai certe. Per i dettagli la Cabina di Regia che si è riunita ieri pomeriggio ha deciso di aspettare il report sui contagi che l’Istituto Superiore della Sanità consegna ogni venerdì e sulla base del quale poi si assegnano i colori di rischio alle Regioni (sono possibili altre zone rosse).

I primi provvedimenti potrebbero già scattare per il prossimo fine settimana, 13 e 14 marzo. La decisione dovrebbe essere adottata subito anche perché il numero dei contagi (ieri più di 22mila), sono un invito costante a non aspettare oltre. La stretta è stata consigliata sia dall’Iss sia dal Comitato tecnico scientifico. In particolare è stato chiesto un rafforzamento delle misure dalla fascia gialla a quella rossa. L’obiettivo è chiaro: riportare subito l’Rt nazionale sotto l’1 (ora è all’1.06 ed è costantemente in aumento).

Spostamenti e locali

Si ritorna dunque, con le modifiche al dpcm, alle restrizioni imposte durante le feste di fine anno e che hanno rallentato la crescita del contagio rispetto ad altri Paesi europei (ora siamo nella situazione inversa). L’esecutivo ha deciso di agire in particolare sul sabato e la domenica, quando più spesso si verificano assembramenti.

Vuoi conoscere i dati, le ordinanze, i divieti e le notizie sui vaccini contro il Covid?

Resterà da chiarire solo un punto: adottare ovunque restrizioni da zona rossa nei weekend, e quindi imporre limiti anche agli spostamenti all’interno del comune di residenza, o da zona arancione, dove c’è il divieto di non spostarsi oltre i confini proprio comune, ma sempre dalle 5 alle 22.

Dipenderà, come detto, dal report settimanale e dai dati sui contagi di oggi e domani.

Nel frattempo però, diverse Regioni – e tra quete la Campania – hanno già emesso ordinanze che rendono la zona rossa molto più stringente, chiudendo piazze, lungomari, parchi pubblici.

Zona rossa rinforzata

Si va verso un inasprimento delle misure in zona rossa, che al momento sembra più da fascia arancione rinforzata. La fascia più alta di rischio dovrebbe scattare in automatico appena si supera la soglia dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti, come è già stato fatto per la chiusura delle scuole.

Nella zona rossa più dura saranno chiusi locali pubblici e negozi, vietati gli spostamenti consentita l’attività motoria solo nei pressi della propria abitazione.

Bar e ristoranti

Nei weekend, anche nelle zone in fascia gialla, bar e ristoranti saranno chiusi tutto il giorno. Consentito solo l’asporto e la consegna a domicilio.

Niente cinema

Il dpcm del 6 marzo aveva lasciato uno spiraglio per la riapertura di cinema e teatri il prossimo 27 marzo. Ipotesi che con le restrizioni del fine settimana, anche in fascia gialla, appare oggi del tutto evaporata. Il ministro Franceschini ha proposto in alternativa di riaprire, dopo il 27, cinema e teatri dal lunedì al venerdì. Se ne discute.

Visite ad amici e familiari

In zona gialla è possibile spostarsi nel territorio regionale, nei limiti del coprifuoco. In zona arancione la mobilità è consentita solo all’interno del comune. In zona rossa, invece, si potrà uscire di cosa solo per le “comprovate esigenze” (lavoro, salute, urgenze): non si potrà far visita ad amici o parenti, neppure una sola volta al giorno.

Palestre, piscine e centri sportivi

Palestre e piscine avrebbero potuto riaprire, con prudenza, ma solo con una situazione epidemiologica in miglioramento. Purtroppo non è così. I protocolli per le riaperture, approvati anche dal Cts, dovranno restare nel cassetto. In questo momento la possibile ripresa di queste attività è del tutto esclusa. Lo stesso discorso viene esteso anche alle sale bingo e ai centri scommesse.

Seconde case

Le seconde case restano raggiungibili se si trovano in fascia gialla o arancione e solo se la casa è disabitata e a muoversi è un nucleo familiare convivente. Come sapete bisognerà dimostrare di aver acquistato o affittato l’immobile entro il 14 gennaio.

Per chi vive in zona rossa niente da fare: è esclusa la possibilità di uscire dal comune. In alcune regioni le ordinanze hanno fissato i criteri per la zona arancione scuro sono analoghi a quelli imposti dalla fascia rossa.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie