Costo bollettino postale: metodi di pagamento più economici

Costo bollettino postale e di cosa si tratta: non bisogna andare per forza alle Poste per utilizzare lo strumento di pagamento. I metodi di pagamento.

2' di lettura

Costo bollettino postale e di cosa si tratta: non bisogna andare per forza alle Poste per utilizzare lo strumento di pagamento (Consulta la nostra pagina speciale sul Fisco e partecipa alla discussione sul nostro gruppo Facebook).

Indice:


(Leggi anche la nostra pagina speciale sui bonus). (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

Bollettino postale: di cosa si tratta

Costo bollettino postale: il servizio di pagamento è noto alla stragrande maggioranza degli italiani. Un po’ tutti, almeno una volta, l’hanno utilizzato per pagare una tassa, una multa, una bolletta o fare una donazione. A volte il bollettino si riceve precompilato, altre volte “in bianco”, quindi, bisogna aggiungere a mano tutti i dati: il numero del conto corrente del destinatario del pagamento, la causale dello stesso e, chiaramente, l’importo da inviare.

Tuttavia, nonostante il nome, il bollettino non si deve pagare per forza in Poste: infatti, è possibile pagare tramite lo strumento anche in banca, per esempio, o presso i tabacchi abilitati ai circuiti Lottomatica o Sisal.

Costo bollettino postale: da cosa dipende

Costo bollettino postale: il prezzo varia a seconda del tramite cui ci si rivolge per utilizzarlo. Pagando con bollettino presso uno sportello di Poste si spende un euro e 50 centesimi, a meno che non si abbiano dai 70 anni in su (a quel punto lo stesso servizio costa 70 centesimi).  

Costo bollettino postale: una panoramica dei prezzi e delle offerte
Costo bollettino postale e di cosa si tratta: non bisogna andare per forza alle Poste per utilizzare lo strumento di pagamento

Il pagamento online attraverso il portale web di Poste, invece, costa solo un euro ma è necessario essere titolari di una Postepay o di un conto BancoPosta per poter usufruire della tariffa agevolata. Decisamente più alta la commissione da corrispondere alla Tabaccheria/Ricevitoria, pari a 2 euro, a seconda dell’istituto bancario la commissione oscilla tra i 90 centesimi e i 4 euro.

Potrebbero interessarti:

  1. Pensione di invalidità civile: pagamento e aumento dicembre

  2. Bonus Partite Iva 2021 e decontribuzione: il piano Iscro

  3. Cassa integrazione dicembre 2020: date pagamento e proroga

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie