Cattivo pagatore: come uscirne per via giudiziaria

Riabilitazione giudiziaria del cattivo pagatore: in questo articolo vediamo come funziona e quali sono i requisiti per richiedere l'intervento del giudice.

3' di lettura

Per chi si ritrova segnalato come cattivo pagatore ottenere prestiti o finanziamenti diventa un’impresa estremamente complicata (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Per fortuna l’iscrizione alle banche dati che registrano informazioni di questo tipo è reversibile ed è possibile ottenere una riabilitazione.

Vediamo insieme come: se siete interessati all’argomento continuate a leggere l’articolo.

Come si ottiene la riabilitazione

In molti approfondimenti precedenti abbiamo visto quali sono gli effetti del mancato rimborso dei debiti nelle scadenze prestabilite.

Essere iscritto come cattivo pagatore nella banca dati del Crif o della Centrale dei Rischi di Banca d’Italia compromette seriamente le tue future possibilità di ottenere prestiti e finanziamenti.

I sistemi di informazioni creditizie appena citati, infatti, contengono dati che banche e vari istituti di credito verificano sistematicamente prima di accogliere le richieste dei clienti.

In sostanza, quindi, essere iscritti negli elenchi come soggetti inadempienti ci mette nella scomoda posizione di essere valutati con pregiudizio dagli enti di credito.

Che fare quindi?

La situazione, come abbiamo detto in apertura, è reversibile e prevede la possibilità di riabilitazione.

Trascorso un determinato lasso di tempo dopo il saldo del debito, infatti, il proprio nominativo viene cancellato d’ufficio dagli elenchi degli inadempienti.

Di questo tema abbiamo scritto in precedenza, indicandoti quando e come avviene la cancellazione cattivo pagatore. Se sei interessato, puoi cliccare qui per avere informazioni dettagliate.

Ma non si tratta dell’unico modo per eliminare il proprio nome dagli elenchi dei segnalati. Esiste infatti la possibilità di far intervenire un giudice e ottenere la cosiddetta “riabilitazione giudiziaria”.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Cos’è la riabilitazione giudiziaria del cattivo pagatore

La riabilitazione del cattivo pagatore può approdare alla via giudiziaria e richiedere che l’autorità intervenga d’urgenza ordinando alla banca o all’istituto di credito la cancellazione dagli elenchi di inadempienza.

Avviene così la cosiddetta “riabilitazione giudiziaria” che può essere richiesta esclusivamente nel caso in cui si ritenga che la segnalazione di un soggetto come cattivo pagatore sia illecita.

Di seguito, ecco quali sono i requisiti da rispettare per richiedere l’intervento di un giudice:

  • il soggetto non è stato avvertito del suo debito dalla banca o dall’istituto e non ha ricevuto un preavviso di almeno 15 giorni per mettersi in regola con i pagamenti;
  • non è mai stato commesso un inadempimento che giustifichi l’iscrizione all’elenco dei cattivi pagatori;
  • la banca non ha provveduto a cancellare la segnalazione nonostante siano trascorsi i tempi dovuti.
riabilitazione cattivo pagatore

In questi casi e in tutte le altre circostanze in cui si ritiene di aver subito un’ingiustizia (circostanze che verranno analizzate singolarmente), è possibile chiedere alle autorità giudiziarie di intervenire per ottenere la cancellazione cattivo pagatore.

Inoltre l’interessato potrà procedere anche con la richiesta di risarcimento se l’iscrizione ai sistemi di informazioni creditizie ha causato danni concreti e certificati.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza, ma se hai ancora dubbi sulla riabilitazione giudiziaria del cattivo pagatore non esitare a scriverci su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie