Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Reddito di cittadinanza / Reddito di cittadinanza, ritornano obblighi e sanzioni: come evitarle

Reddito di cittadinanza, ritornano obblighi e sanzioni: come evitarle

Da lunedì 20 luglio 2020 si è tornato alla normalità con le condizioni da rispettare per ricevere il sussidio: vediamo quali sono e come richiederlo dopo la fine dei diciotto mesi

di The Wam

Luglio 2020

Fine dell’emergenza Covid, tornano gli obblighi per chi percepisce il reddito di cittadinanza. Per ricevere il sussidio, infatti, oltre ai requisiti legati all’Isee, bisogna impegnarsi a rispettare delle regole. Vediamo qui di quali si tratta.

Sommario:

Reddito di cittadinanza, obblighi sospesi fine

Il Decreto Cura Italia aveva garantito che fossero sospesi gli obblighi per chi percepisce il reddito di cittadinanza. Troppo rischioso creare folla nei centri dell’impiego. (Qui abbiamo spiegato come ricevere il reddito di cittadinanza e l’aumento legato alla pensione di invalidità)

Ora, però, le cose torneranno alla normalità. O, meglio, lo hanno già fatto. Obblighi e multe legate al reddito di cittadinanza sono di nuovo in vigore da lunedì 20 luglio 2020.

Chi percepisce il reddito di cittadinanza, ora, deve di nuovo impegnarsi a:


Qui tutti gli obblighi previsti dal Patto per il Lavoro.

Reddito di cittadinanza: chi è escluso dagli obblighi

Gli obblighi, previsti per chi riceve il reddito di cittadinanza, non si applicano ad alcune categorie di persone, svantaggiate o considerate non compatibili con l’attività lavorativa.

Si tratta di chi:


Per tutti altri c’è l’obbligo, dopo la convocazione, di presentarsi ai centri degli impieghi. Altrimenti si rischia di perdere il reddito di cittadinanza. (Qui gli ultimi aggiornamenti sul pagamento del reddito di emergenza)

Un rischio che corre anche chi non spende tutto il sussidio ricevuto. In questa guida abbiamo parlato di tutte le sanzioni previste e di come evitarle.

Reddito di cittadinanza: nuova domanda per il rinnovo

Il reddito di cittadinanza non prevede scadenze. Dopo 18 mesi, infatti, se non si è stati inseriti nel mondo del lavoro e si rispettano ancora i requisiti, è possibile ricevere di nuovo il sussidio.

Dopo l’ultima mensilità ricevuta per il sussidio, bisogna compilare una nuova domanda.

Gruppo whatsapp offerte di lavoro, bonus e bandi

Entra nel nostro gruppo whatsapp e ricevi articoli su offerte di lavoro, bandi, guide legate alle nuove misure di agevolazione fiscale per privati e famiglie. Per entrare clicca qui. Sul gruppo si riceveranno solo i link utili senza spam.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp